Il golpe in Birmania

219
Colpo di stato in Birmania
Colpo di stato in Birmania

Il 2 febbraio la Lega nazionale per la democrazia (Lnd) ha chiesto la scarcerazione immediata della sua leader Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace, e degli altri esponenti del partito arrestati in occasione del colpo di stato compiuto dall’esercito. Il golpe è stato condannato dall’Unione europea e dagli Stati Uniti, che hanno minacciato sanzioni. Oggi è prevista una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.